Un affare di famiglia

di Patrizia Gherardi

Un affare di famiglia

Kore-eda racconta di una famiglia in cui nessuno è parente ma che vive come se tutti lo fossero. La nonna si crea un nucleo affettivo e di sostegno per essere accompagnata alla morte. È un’anziana signora che vive del sussidio statale e ricatta moralmente i parenti del suo ex marito. I nipoti sono un ragazzino e una bambina che trascurati affettivamente dai genitori naturali si fanno rapire come se loro stessi scegliessero un destino migliore. Il padre tramanda loro l’unico mestiere che conosce bene: il ladro. La moglie fatica in una lavanderia industriale nella certezza che non sia indispensabile partorire per sentirsi madre. La zia, con un ottimo curriculum scolastico, lavora in un sexy bar facendosi guardare dagli avventori. Non c’è niente di convenzionale in questa famiglia strampalata, eppure l’amore è spontaneo e si alimenta dallo stare assieme e dalla condivisione, nonostante all’origine del legame vi siano solo motivi di convenienza.


Abstract. Articolo completo sulla rivista.