Adolescenti sempre più apatici e senza spirito ribelle.

di Enrico Cheli

Adolescenti sempre più apatici e senza spirito ribelle.

Abstract

Gli adolescenti sono tipicamente critici e ribelli nei confronti degli adulti, ma la generazione dei millennials sembra fare eccezione, mostrando una decisa diminuzione di atteggiamenti critici, una spiccata accettazione dello status quo, un aumentato disinteresse per la politica e perfino per la propria realizzazione personale e professionale. Le cause di tale fenomeno sono molteplici e nellfarticolo ne vengono evidenziate due. La prima è lfeducazione eccessivamente permissiva ricevuta durante lfinfanzia, che inibisce lo spirito ribelle dellfadolescente: che bisogno ha di ribellarsi se già da bambino lo hanno considerato un piccolo adulto e gli hanno permesso di fare quasi tutto quello che voleva? Il permissivismo crea un falso senso di autonomia e impedisce alla famiglia di trasmettere al bambino i necessari valori, credenze, modelli di identità e stili di comportamento, che poi egli prenderà dai media in modo acritico e imitativo. La seconda causa è appunto costituita dai modelli sempre più omologanti e frivoli proposti dai media tradizionali e dai social media che ingenerano nel bambino e nellfadolescente lfillusione di scegliere liberamente tra una gamma di opzioni che ritiene aderenti alla realtà e utili mentre esse sono subdolamente preconfezionate in funzione degli interessi commerciali, culturali e politici dei propri inserzionisti e finanziatori..


Abstract. Articolo completo sulla rivista.